Guida astrologica quadranti case, ascendente discendente

I QUADRANTI E LE CASE- Mini Guida Astrologica III Parte

L’intersezione delle due linee, quella orizzontale che collega Ascendente – Discendente,  e quella perpendicolare che traccia l’asse Medium Coeli – Imum Coeli, dividono il cerchio zodiacale in 4 porzioni, chiamate Quadranti.

Solitamente queste due linee non sono esattamente perpendicolari, e i quadranti, spesso, sono diversi tra loro, quasi mai uguali. Queste due line invecee non vengono tracciate a caso, ma collegano i 4 punti cardinali di una carta del cielo e le 4 Case Cardinali del TN.

 

Quadranti astrologici

Quadranti astrologici

 

Diverse angolature dell’intersezione, formano case astrologiche più o meno grandi, dal punto di vista dell’estensione. Una casa estesa, non è più importante o determinante di un’altra più piccola. Dal punto di vista delle previsioni, invece, il passaggio di un pianeta in una casa ampia, sollecita maggiormente quel settore producendo eventi, per il semplice motivo che il pianeta resta a lungo nella casa.

L’insieme dei quadranti e delle 12 case, misura 360°: ciascuno dei 12 settori misura circa 30°, anche se l’estensione è variabile in base al metodo con cui si calcola il cielo. Ciascun settore/ casa ospita da uno a tre segni zodiacali, in base alla propria ampiezza, e ciò comporta che, nel corso della vita, si acquisiranno atteggiamenti diversi riguardo alle simbologie della casa.

Ad esempio, una seconda casa ( i soldi ) occupata prima dal segno dell’Ariete e poi dal Toro, comporterà due atteggiamenti diversi nel corso della vita di quella persona.

Avremo una prima fase dell’esistenza segnata da un  rapporto impulsivo con il denaro, tendenzialmente privo di controllo. Nella seconda parte dell’esistenza, quando l’individuo incarnerà i valori taurini, potrebbe diventare più parsimonioso e accorto, quasi tendente all’accumulo.

I QUADRANTI

Il primo quadrante parte dalla cuspide dell’Ascendente e comprende i primi tre settori

I quadrante: case III, II, I = Quadrante della materia.

Queste sono le case legate agli istinti primari, al soddisfacimento dei bisogni: affermazione, mezzi di sopravvivenza e uso della parola.

 

Il secondo quadrante parte dalla cuspide dell’Imum Coeli e comprende i successivi tre settori

II quadrante: case VI, V, IV = Quadrante dell’emotività.

Queste sono le case legate alla trasformazione interiore, ai processi di cambiamento necessari per risolvere i blocchi emotivi e superare le paure. 

 

Il terzo quadrante parte dalla cuspide del Discendente e comprende i tre settori successivi

III quadrante: case IX, VIII, VII = Quadrante legato al pensiero, alla coscienza e alla sfera mentale.

Queste sono le case della crescita intellettuale, ottenuta elaborando i concetti del passato secondo il proprio punto di vista. Indipendenza mentale o tendenza ad assoggettarsi alla volontà altrui, si vedono qui. 

 

Il quarto quadrante parte dalla cuspide del Medio Cielo e comprende gli ultimi tre settori

IV quadrante: case XII, XI, X = Realtà trascendente. Queste sono le case che parlano della capacità di superare l’Ego, di contribuire all’evoluzione della collettività e dare il proprio contributo. Arrivano alla fine del tema, perchè indicano che bisogna fare un percorso per essere risolti e dunque utili. L’uomo è completo dopo aver maturato le tre fasi, corpo, emozioni e psiche. 

Se vuoi approfondire le 12 Case Astrologiche clicca QUI

I TIPI DI CASE

Gli astrologi antichi conoscevano solo i quattro punti cardinali del grafico natale, che sono l’Ascendente che corrisponde alla prima casa, l’Imum Coeli che corrisponde alla quarta casa, il Discendente che corrisponde alla settima casa, il Medium Coeli che corrisponde alla decima.

Nell’antichità, rispetto all’odierna analisi del Tema Natale, si consideravano unicamente:

l’aspetto fisico e l’io – Ascendente,

la famiglia e le origini – Imum Coeli,

il modo di relazionarsi e il matrimonio – Discendente

la realizzazione / carriera – Medio Cielo.

Successivamente astronomi e astrologi inserirono un’ulteriore suddivisione, ricavando 12 settori suddivisi in : Case Cardinali o Angolari ( I – IV – VII – X ), Succedanee o Fisse ( II – V – VIII – XI), Cadenti o Mobili ( III – VI – IX – XII).

Le Case Cardinali sono i 4 settori determinati e dunque sono i punti chiave di un oroscopo e dunque più incisive in un tema natale: i pianeti presenti in questi settori hanno un peso specifico diverso rispetto agli altri.

Se in una casa Succedanea o Fisse, però, troviamo uno Stellium (tre o più pianeti)  quel settore assumerà un’importanza- chiave come le case Cardinali.  Il settore infatti, si attiva perchè l’energia della persona in questione si concentra e si esprime lì.

Si può notare che esiste una corrispondenza tra case e segni zodiacali: Cardinali, Fissi e Mobili.

Le case astrologiche seguono la stessa successione dei segni : Il primo segno è Cardinale come la prima casa, il secondo è Fisso come la seconda casa, il terzo è Mobile come la terza casa, il quarto è di nuovo cardinale e ricomincia la successione.

TEMA NATALE – LA FOTOGRAFIA DELL’ANIMA QUI 

ASCENDENTE, IL BIGLIETTO DA VISITA QUI

COME SI LEGGE UNA CARTA ASTRALE  PRIMA PARTE QUI

APPROFONDIMENTI SULLE 12 CASE ASTROLOGICHE  QUI

MERCURIO NELLE CASE QUI 

Privacy Policy Cookie Policy
Don`t copy text!