Ascendente, scorpione, starsnadthecity, liabucci

Ascendente Scorpione, caratteristiche e personalità ♏️

Ascendente Scorpione, magnetismo tra luce e ombra.

L’ ascendente Scorpione si manifesta in tutta la sua potenza, a prima vista.
Un sole in Scorpione, pur avendo in se caratteristiche molto marcate, può mostrarsi velatamente, o nascondersi addirittura, dietro ad un ascendente diverso.
Ma quando il personaggio indossa le vesti carismatiche dell’ascendente Scorpione, l’impatto è forte.
Il magnetismo, lo sguardo acuto, la sensualità, la volontà dominante, la diffidenza quasi ostentata, sono tratti distintivi.

Questo ascendente rende evidenti le caratteristiche del segno, portando in superficie anche le dinamiche più inconsce e nascoste.

Chi ha lo Scorpione in prima casa, si approccia al mondo, inevitabilmente, con una carica di sensualità, magnetismo, e mistero.
L’approccio seduttivo, che nasce da un bisogno di controllo, è una delle prime caratteristiche che si avvertono. La necessità di controllare l’altro, di dominarlo in maniera decisa ma poco evidente, e contemporaneamente, la volontà di non mostrare la propria vita interiore, di non concedere troppo di se stessi, sono le facce della stessa medaglia: la paura.

La tendenza al riserbo nasce, spesso, da un bisogno di difesa. Dal timore di essere scoperti e, danneggiati.

Per l’ascendente Scorpione, l’esposizione è un fattore di rischio.
Trattandosi di soggetti che tendono a controllare e, soprattutto a sottomettere gli altri attraverso dinamiche psicologiche più che fisiche, aprirsi al mondo li porta a sentirsi vulnerabili.
Spesso dominano per paura di essere sottomessi.
Controllano per paura di essere traditi.

L’istinto irrefrenabile verso la fuga

Eppure questo ascendente porta in se una profonda contraddizione: il timore di esporsi e, contemporaneamente, la volontà di dimostrare la propria forza, e di apparire dunque.

Essendo dominati da due pianeti affini ma con un’energia diversa, Plutone e Marte, questi soggetti sono animati da due spinte contrastanti: Marte spinge ad agire, sempre e comunque, e dunque a manifestarsi. Plutone, re degli inferi, spinge a vivere, fingendo di non vivere, esprimendo se stessi solo lontani da occhi indiscreti.

Abbiamo quindi, una forte ambizione che spinge questi soggetti a rivestire ruoli di potere o di prestigio, che però aumentano le fragilità, il timore di tradimenti, cadute, perdite, vendette.
Potremmo dire che più un ascendente Scorpione arriva in alto, più i suoi fantasmi interiori potrebbero manifestarsi con intensità.

I timori inconsci, dai quali fugge potrebbero essere ridimensionati se guardati dritti negli occhi. Le paure, com’è noto, più vengono tenute a bada, scansate, evitate, più acquisiscono potere e agiscono sull’individuo. Fermarsi e guardarle, con la certezza che nulla possa essere più grande delle nostre spalle, è l’unica soluzione realmente utile.

Purtroppo sia il segno, che l’ascendente Scorpione, preferiscono la fuga al guardarsi dentro.

Plutone non ama la luce, e dunque non ama la verità che è portatrice di luce. Marte spinge all’azione, e nel caso delle proprie paure, ad una reazione energica ed istintiva. Il non voler vedere di Plutone, unito alla spinta di Marte, provoca quasi inevitabilmente una fuga da se stessi.

Il veleno che possiedono, i nemici che vedono in giro, spesso sono personali proiezioni di un mondo interiore che non si libera dal passato.
Lo Scorpione è un segno cardinale e autunnale, fisso, governato da Plutone e Marte. Tutte qualità che più che indurre al ricambio, inducono a fare scorte in vista dell’inverno. Da qui, l’innata tendenza a mantenere tutto, a non disfarsi di nulla, neanche delle scorie, di ciò che ormai non vive più e fa solo ingombro energetico, dentro di se.

La parte più sensibile del corpo è quella preposta a dare e a sostenere la vita.

Privacy Policy Cookie Policy
Don`t copy text!